Dott. Pelucchi Fabio


COSA SONO I DCA?


I disturbi della nutrizione e dell’alimentazione sono definiti dal DSM V (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) come patologie caratterizzate da un persistente disturbo dell’alimentazione oppure da condotte alimentari che hanno come risultato un alterato consumo o assorbimento di cibo. I Disturbi della nutrizione e dell’alimentazione comprendono principalmente l’Anoressia nervosa, la Bulimia nervosa, il Disturbo da binge-eating, la Pica, il Disturbo da ruminazione, Disturbi dell’alimentazione sotto soglia. L’obesità non è stata inclusa nel DSM V perché essendo il risultato dell’interazione di fattori genetici, fisiologici, comportamentali e ambientali non è attualmente considerata un disturbo mentale. Tuttavia, esiste un forte legame tra l’obesità ed alcuni disturbi mentali come il disturbo da binge-eating, il disturbo depressivo, il disturbo bipolare e la schizofrenia. In questi casi l’obesità sussiste come conseguenza di altre patologie. I DCA sono comuni ad entrambi i sessi, anche se nell’immaginario comune siamo più portarti a pensare alle donne. Questo può portare a sottovalutare la problematica nei maschi.

Clicca per leggere l'artico completo

PASSIONE NELO SPORT: BENEFICIO O PREGIUDIZIO?

Autori: Manuela Müller e Ayla Huser; gruppo formatori Suisse Athletic.

Tradotto da Graziano Camellini

Gli atleti vivono della loro passione per lo sport. È questa passione che li motiva a sottoporsi ad un allenamento intensivo per anni e contribuisce in modo significativo alle loro prospettive di successo sportivo. Tuttavia, a seconda di come si manifesta, la passione pone anche alcuni rischi, soprattutto quando induce gli atleti a mettere in discussione la propria identità o autostima. Gli allenatori troveranno, in fondo a questo documento, alcuni consigli utili al loro lavoro, per aiutare gli atleti/e che seguono, a sviluppare una passione armoniosa per la loro disciplina e rafforzare la loro identità e autostima al di fuori dello sport.

LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Si è disputata a Cornaredo l'ultima prova per questa stagione 2021/22 per i nostri cadetti/e con risultati eccellenti segno dell'ottimo lavoro e dell'impegno che questi ragazzi ci hanno messo.

Tommaso Gobbi, rientrante dopo l'infortunio che l'ha tenuto lontano dalle gare per un mesetto, ha vinto la gara dei 100hs con un tempo di 14:60 e si è piazzato 4° nel triplo con l'ottima misura di 11,53

Gaia Bordon continua a migliorarsi nel triplo facendo un ottimo 9.68 che le è valso un meritato 2° posto.

 

Riccardo Villa, alla sua prima gara stagionale ha segnato un ottimo 40:40 nei 300 piani.

Sara Ricca ha provato invece la gara dei 1000 reputandola "troppo corta" per i suoi gusti ottenendo comunque un ottimo 11° posto con 3:37:68

Altra giornata di sport per i nostri cadetti e le nostre cadette a Villasanta in occasione del ben organizzato Meeting città di Villasanta con più di 700 atleti partecipanti provenienti da tutta la Lombardia.

Ha iniziato Arianna Barbeno con il salto triplo con un 8,67 che le è valso il 6° posto, subito dopo ha gareggiato Sara Ricca nei 600 con un risultato di 1:47:95 9° posto con miglioramento del personale di ben 5 secondi.

Dopo le ragazze è stato il turno di Francesco Massacesi che ha gareggiato negli 80 piani con un crono di 12:62 1 decimo sopra il personale.

Nel primo pomeriggio poi è ritornata in pista Arianna Barbeno con gli 80 ostacoli ottenendo un 15:14 6° posto e PB migliorato di 3 decimi.

Nel frattempo sono arrivate anche le "grandi" e ne abbiamo approfittato per scattare qualche foto anche a loro!

Cliccate sulla foto per vederne altre!

Altra giornata di gare per i nostri cadetti con nuove discipline da provare.

Questa domenica abbiamo inserito anche il giavellotto, difficile ma interessante disciplina.

Da segnalare i podi ottenuti da Sara Ricca 4° nei 2000 con un tempo di 7:44:98 suo PB e il 5° posto ottenuto da Gaia Bordon nel lungo con una misura di 4,51 anche questo  PB

Hanno gareggiato poi nel lungo Arianna Barbeno con 4,33 e Manzotti Chiara con 3,71, nel giavellotto Carolina Gaioni con 11,19 e Francesco Massacesi con 15,11.

Sempre Francesco Massacesi poi negli 80 piani ha fermato il crono su 12:52.