In questa sezione proponiamo le attività e i progetti realizzati in ambito scolastico dalla nostra società.

Anche quest’anno l’Atletica Albiate ha realizzato diversi interventi all’interno della scuola primaria e secondaria di Albiate.

Il più importante è senz’altro il progetto “Corpo movimento e sport” che prevedeva 8 ore di lezione di atletica per ognuna delle 17 classi della scuola primaria. Nelle classi 3°, 4° e 5° è stato realizzato come previsto. Per le classi 1° e 2° invece abbiamo aderito al progetto del CONI “A scuola di sport” che,  a fronte di un aiuto finanziario da parte di un soggetto privato, in questo caso la nostra società, ha effettuato un intervento di 20 ore per classe di Atletica con l’impegno da parte delle insegnanti di effettuare un’altra ora di motoria ogni settimana.

Come sempre molto positivo è stato il riscontro sia degli alunni che degli insegnanti, segno sia della bontà del progetto che della validità delle specialiste Anna Radaelli ed Anna Cerizzi che svolgono in maniera molto professionale il loro compito.

Sempre nella scuola primaria abbiamo poi organizzato l’ennesima edizione de “Il ragazzo più veloce di Albiate”, una giornata, quest’anno l’ultimo giorno di scuola, dedicata alle gare di velocità e salto in lungo riservata alle classi 3°, 4° e 5° ricreando l’atmosfera di una tipica gara di atletica con tanto di starter con pistola, cronometraggio professionale e premiazione finale con medaglia ai primi 10 classificati maschi e femmine di ogni classe per ogni specialità.

Contemporaneamente nel parco di Villa Campello abbiamo organizzato una gara di orienteering per le scuole secondarie con i ragazzi divisi in squadre miste composte da tre ragazzi/e che, muniti di planimetria del parco sulla quale era segnata la posizione delle 10 lanterne da cercare, dovevano apporre sulla loro mappa i 10 timbri comprovanti l’avvenuto ritrovamento della tipica lanterna.

Durante l’anno poi il nostro allenatore specialista Graziano Camellini ha attivamente collaborato con l’insegnante di motoria Clelia Napodano nella preparazione tecnica degli atleti che hanno partecipato alle varie gare dei campionati studenteschi.

Concludendo, non possiamo che essere soddisfatti del lavoro svolto nella scuola, soddisfazione che sarà stimolo a continuare con sempre maggior impegno nella nostra attività.

Rimane sempre il sogno nel cassetto da realizzare: in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Albiate e Triuggio creare un gruppo sportivo scolastico abbinato all’Atletica Albiate!

 

Si è disputata oggi nella stupenda cornice del Parco di villa Campello la campestre riservata agli alunni delle scuole medie dell'Istituto Comprensivo di Albiate e Triuggio.

Promossa dalla Prof. Napodano, sovvenzionata dall'Amministrazione pubblica di Albiate e realizzata dall'Atletica Albiate è ormai diventata una piacevole tradizione tra gli alunni che ogni anno si mettono alla prova cercando di dare sempre il massimo.

Quest'anno poi il livello generale è apparso molto alto, ed anche la folta schiera di genitori che sono intervenuti alla manifestazione ha contribuito a creare un atmosfera tipica delle gare FIDAL alle quali siamo abituati a partecipare.

La premiazione è stata fatta dal Sindaco di Albiate Diego Confalonieri e dal Preside dell'I.C.A.T. Roberto Crippa ai quali vanno i nostri ringraziamenti per la disponibilità.

Un ringraziamento è d'obbligo anche agli "Amici di San Fermo" che, come tutti gli anni, ci hanno fornito il servizio ristoro.

Ecco alcuni momenti della manifestazione:

 

Anche quest’anno i ragazzi delle classi 4° e 5° della scuola primaria e 1°, 2° e 3° della secondaria di Albiate hanno avuto la possibilità di trasformarsi in veri atleti  cimentandosi in una gara di corsa piana ed in una di salto in lungo per guadagnarsi il titolo di “ragazzo/a più veloce di Albiate” .

L’evento è stato organizzato dall’Atletica Albiate in collaborazione con il Comune di Albiate come una  gara FIDAL con tanto di starter munito di pistola e di veri  giudici di gara, ricreando così l’atmosfera che si vive sulle piste di atletica.

I ragazzi hanno mostrato interesse e partecipazione e si sono impegnati a fondo nella competizione dando il meglio delle loro possibilità.

Alla premiazione è intervenuto il Sindaco Diego Confalonieri e l’assessore allo sport Fabrizio Confalonieri che hanno premiato i vincitori delle varie gare.

Quest’anno poi, l’atletica Albiate, ha offerto ai primi 6 classificati maschi e femmine di ogni gara, per un totale di 120 ragazzi, la possibilità di frequentare gratuitamente i corsi di atletica e partecipare alle gare Fidal fino al 17 ottobre.

L’atletica Albiate ringrazia tutti coloro che, con grande spirito, si sono prestati alla buona riuscita della manifestazione soddisfatti di vedere l’impegno che i ragazzi hanno messo nell’affrontare le competizioni.

Cliccate qui per vedere la classifica

Anche quest'anno l'Atletica Albiate è stata incaricata dal Prof. Scaglioni, coordinatore degli insegnanti di educazione fisica della provincia di Monza e Brianza, di organizzare, in collaborazione con il Comune di Albiate,  la fase provinciale dei Campionati studenteschi 2013/2014 per le scuole secondarie di primo grado .

Si è trattato di un impegno notevole reso ancor più gravoso dalle inclementi condizioni del tempo che hanno reso tutto più complesso.

Alla fine però tutto si è svolto secondo programma e i 504 ragazzi/e intervenuti hanno potuto misurarsi sui tre percorsi previsti a seconda della categoria di appartenenza.

Un ringraziamento è doveroso a tutti coloro che si sono prestati alla realizzazione della manifestazione, agli "Amici di San Fermo" che si sono occupati del ristoro, più che mai utile date le condizioni meteo, all'assessore allo sport Fabrizio Confalonieri che ha rappresentato il Comune e ha premiato i vincitori e a Sergio Lambrugo che ci ha supportati e sopportati  nelle nostre più svariate richieste.

Qui potete scaricare la classifica

Qui la classifica per istituto

 

Il nostro auspicio si è avverato: anche per quest’anno scolastico il progetto sostenuto dall’atletica Albiate per le classi della scuola primaria è andato in porto. Dopo il successo dello scorso anno con le sole classi II e III, l’entusiasmo di insegnanti, bambini e dirigenti della società sportiva ha permesso di estendere l’iniziativa ai bambini di tutte le classi, escluse le prime, coinvolgendo più di 250 alunni per 8 lezioni a classe, dal mese di ottobre all’inizio delle vacanze di Natale. Le finalità dell’iniziativa sono state molteplici: stimolare il movimento attraverso forme ludiche e coinvolgenti, avvicinare i piccoli alunni all’atletica leggera, creare nuove situazioni motorie e di socializzazione, sperimentare nuovi attrezzi e materiali caratterizzanti questa disciplina.

Qualcuno si potrebbe chiedere il perché di proporre l’atletica leggera a scuola. Riteniamo che si possa considerare la madre di tutti gli sport; spesso però viene rilegata ad un ruolo minore ed è vero che richiede impegno ma riserva anche grandi soddisfazioni perché permette una crescita personale e al tempo stesso favorisce aggregazione; inoltre nell’età dello sviluppo attraverso gli schemi motori del correre, saltare e lanciare, pone le basi per una crescita corretta e globale dell’individuo e crea un bagaglio motorio indispensabile e sfruttabile durante il corso di tutta la vita anche in altre discipline sportive.

I mezzi utilizzati, costituiti da una vasta gamma di attività, di gesti, di sequenze motorie sono stati proposti attraverso una successione ed un’alternanza. Questa che sembra essere una “confusione di attività”, in effetti ha costituito l’elemento essenziale di un piano preordinato che risponde, inserendosi in un preciso contesto, alle esigenze di una formazione continua del giovane che si realizza attraverso attività multilaterali. Dare dei contenuti al giovane che si avvia a qualsiasi attività sportiva significa prima di tutto porre le basi per farlo diventare grande, valorizzandone le sue caratteristiche.

Il progetto ha favorito la naturale esigenza di movimento e di conoscenza del movimento tipica dei bambini e li ha coinvolti non solo in un’attività giocosa ma ha cercato anche di porre le basi per una corretta interpretazione del movimento.

Alcuni bambini si sono avvicinati a questa disciplina presso la società di Albiate grazie al progetto avviato lo scorso anno; ci auguriamo che la proposta abbia incuriosito e possa essere apprezzata anche da molti altri.

Atletica Albiate

Le insegnanti del progetto ANNA CERIZZI e ANNA RADAELLI